Museo della Ferrovia di Forlì

Aggiornamento iter parlamentare progetto di legge sulle ferrovie turistiche

Gentili Presidenti  e referenti dei gruppi FIFTM

desidero aggiornarvi sull’intenso lavoro che abbiamo intrapreso (condividendolo fra i membri del Direttivo)  a livello politico, in merito all’iter parlamentare relativo al progetto di legge A.C. 1178, Iacono ed altri, sulle ferrovie turistiche.

A partire dell’audizione della FIFTM in Commissione Trasporti della Camera dei Deputati, avvenuta lo scorso 21 gennaio 2016, si sono avviati innumerevoli  contatti con diversi Deputati, durati praticamente fino a pochi giorni prima della votazione del provvedimento alla Camera, il 24 gennaio 2017.

Naturalmente il nostro scopo è sempre stato quello di ritagliare un ruolo significativo per le Associazioni, facendo vedere a tutti la qualità e la quantità del lavoro che esse svolgono nel settore della cultura ferroviaria, dei treni storici e turistici, sia direttamente, sia collaborando con altri soggetti (Enti Locali, Imprese ferroviarie, ecc..), il primo dei quali è, ovviamente, la Fondazione FS.

In questo lavoro ci siamo avvalsi della collaborazione di Co.Mo.Do., col fine di aumentare la “massa critica”, per far breccia nell’ambiente dei parlamentari e cercare di portare a buon fine quanto richiesto.

Come avete visto, i passaggi nelle varie Commissioni della camera sono stati diversi, e non tutto quello che abbiamo proposto è stato integralmente accettato, in particolare la possibilità di ritagliare spazi di gestione diretta di ferrovie sospese (cioè non più utilizzate per i normali servizi di TPL e merci) da parte di soggetti non riconducibili ad imprese ferroviarie, similmente a quanto accade da decenni in diversi paesi europei.

Nonostante questo, possiamo, nel complesso, dirci soddisfatti per il grande interesse che il tema delle ferrovie turistiche ha suscitato nella classe politica (culminato nell’approvazione all’unanimità che il provvedimento ha ottenuto alla Camera!) , che ci auguriamo possa agevolare i successivi contatti che dovremo avere con gli organismi di controllo (Ansf, Ustif, MIT) che dovranno attuare quanto indicato nel pdl, quando questo sarà – come ci auguriamo – convertito in legge dal Senato.

Una cosa che ci riempie di orgoglio, e che ci darà maggior forza in futuro, è l’inserimento nel testo licenziato alla Camera della FIFTM, come soggetto autorevole nel campo della cultura ferroviaria.

Ora cercheremo di mettere in campo le nostre forze perché il Senato calendarizzi ed esamini rapidamente il progetto di legge, che è stato depositato presso la ottava Commissione Permanente lo scorso 7 febbraio, come Atto del Senato num. 2670. (http://www.senato.it/leg/17/BGT/Schede/Ddliter/47626.htm

Per questo abbiamo già inviato, assieme a Co.Mo.Do, un documento indirizzato al Presidente e ai membri della Commissione stessa e che vi trasmetto in allegato.

Rimanendo sempre aperti a tutti contributi di idee nell’ambito delle nostre Associazioni, e confidando di potervi presto annunciare una positiva conclusione del procedimento, vi saluto tutti cordialmente.

Alberto Sgarbi (presidente)

lettera-FIFTM-COMODO-Senato-pdl-Ferrovie-Turistiche lettera FIFTM-COMODO Senato pdl Ferrovie Turistiche

Comments are closed.