La 880 001 certificata dal TÜV Italia

La 880 001 certificata dal TÜV Italia
by

L’880.001, di proprietà dell’Associazione Società Veneta Ferrovie, risulta essere la prima locomotiva a vapore in Italia marchiata CE 0036, un nuovo tassello sia per l’iter burocratico di rimessa in servizio ma anche una soddisfazione per lo Studio Piva e TÜV Italia che per primi hanno certificato secondo la normativa europea una ultra-centenaria “caldaia su ruote”. Sabato 12 ottobre, alla presenza dei tecnici incaricati dell’operazione, la caldaia dell’880.001 è stata certificata con marchio CE 0036, in base alla Direttiva 2014/68/UE PED. La locomotiva, che risale al 1916, è stata verificata da TÜV Italia, ente di certificazione che fa parte del Gruppo TÜV SÜD. Le verifiche che hanno portato ad ottenere la certificazione sono state condotte dall’Ingegner Giovanni Piva di Ponte di Piave (TV), ispettore e certificatore che collabora con l’ente, supportato dalla sede principale di TÜV Italia, dislocata a Milano. Un sentito ringraziamento va all’ing. Paolo Marcone, Industry Service Manager di TÜV Italia, che ha sostenuto l’operazione. All’evento svoltosi nella RL di Primolano era presente anche il Direttore della Divisione Industrie Service di TÜV Italia, l’Ingegner Alberto Carelli.

L’intera operazione di certificazione, per la parte di competenza di TÜV Italia, è una sponsorizzazione tecnica sostenuta dall’ente stesso e dallo Studio Piva, che hanno condotto le attività ispettive pro bono.

Lo studio preliminare per l’allestimento del fascicolo in base alla Direttiva 2014/68/UE PED, e relativo alle apparecchiature da certificare, è stato redatto dall’Ing. Fabrizio Bologna della DNL Impianti SRL di Badoere di Morgano (TV).

Il processo per la certificazione ha avuto inizio nella primavera 2018 ed è durato complessivamente un anno e mezzo.

Dalle aperture programmate 2020 della Rimessa Locomotive di Primolano (calendario in pubblicazione a gennaio prossimo) la 880 001 sarà in pressione per la gioia di grandi e piccoli: un momento molto atteso dalle migliaia di persone che in questi due anni hanno visitato la Rimessa Locomotive durante le giornate di Porte Aperte.


GALLERIA IMMAGINI



CONDIVIDI SUI SOCIAL