CHI SIAMO



Organi direttivi in carica per il triennio 2019-2021


Alberto Sgarbi (SAFRE)

Alberto Sgarbi (SAFRE)

Presidente
Pierluigi Scoizzato (SVF)

Pierluigi Scoizzato (SVF)

Vice Presidente
Edoardo Franchi (GRAF)

Edoardo Franchi (GRAF)

Segretario
Marco Icardi (MNT)

Marco Icardi (MNT)

Tesoriere
Gabriele Savi

Gabriele Savi

Relazioni Esterne
Franco Perazzi

Franco Perazzi

Regolamenti e Circolazione Ferroviaria

Michele Fontani (Adriavapore)

Michele Fontani (Adriavapore)

Consigliere - Supporto alla Presidenza e Rapporti Istituzionali
Luigi Mighali (AISAF)

Luigi Mighali (AISAF)

Consigliere
Claudio Colaizzo (Le Rotaie)

Claudio Colaizzo (Le Rotaie)

Consigliere
Claudio Demaria (MFP)

Claudio Demaria (MFP)

Consigliere
Fabrizio Battino (AFRS)

Fabrizio Battino (AFRS)

Consigliere
Claudio Cleri (ARSMS)

Claudio Cleri (ARSMS)

Webmaster

Organi direttivi in carica per il triennio 2019-2021


Alberto Sgarbi (SAFRE)

Alberto Sgarbi (SAFRE)

Presidente
Pierluigi Scoizzato (SVF)

Pierluigi Scoizzato (SVF)

Vice Presidente
Edoardo Franchi (GRAF)

Edoardo Franchi (GRAF)

Segretario
Marco Icardi (MNT)

Marco Icardi (MNT)

Tesoriere
Gabriele Savi

Gabriele Savi

Relazioni Esterne
Franco Perazzi

Franco Perazzi

Regolamenti e Circolazione Ferroviaria

Michele Fontani (Adriavapore)

Michele Fontani (Adriavapore)

Incaricato Rapporti Istituzionali
Luigi Mighali (AISAF)

Luigi Mighali (AISAF)

Consigliere
Claudio Colaizzo (Le Rotaie)

Claudio Colaizzo (Le Rotaie)

Consigliere
Claudio Demaria (MFP)

Claudio Demaria (MFP)

Consigliere
Fabrizio Battino (AFRS)

Fabrizio Battino (AFRS)

Consigliere
Claudio Cleri (ARSMS)

Claudio Cleri (ARSMS)

Webmaster

F.I.F.T.M.
Federazione Italiana delle Ferrovie Turistiche e Museali

 

La FIFTM – Federazione Italiana Ferrovie Turistiche e Museali – è attiva nel campo della cultura ferroviaria dal 1995 (anno in cui è stata costituita con atto notarile a Torino) e rappresenta attualmente 29 associazioni.

Lo spirito col quale la FIFTM è stata pensata, ricalca quello della Federazione Europea Fedecrail, fondata nel 1994 e, ancora prima, quello del grande associazionismo ferroviario del mondo anglo-sassone, attivo dalla metà degli anni ’50.

Infatti, quando le attività di cultura ferroviaria, restauro e gestione dei treni storici, recupero di linee dismesse ecc… si trasformano da episodiche a strutturali, per le associazioni diventa molto utile la creazione di una rappresentanza unitaria al fine di relazionarsi più efficacemente con tutte le realtà esterne che sono coinvolte in un progetto di esercizio ferroviario storico/turistico, quali Aziende e Imprese ferroviarie, organismi di normazione e regolamentazione, Enti locali territoriali, Uffici governativi e mondo politico.

Oltre a questo l’altra grande utilità del lavorare insieme è la possibilità di scambio di esperienze, di buone pratiche, di idee innovative, di competenze ecc…

Tutto ciò rappresenta un elemento indispensabile per la gestione delle varie attività di cui si occupano le associazioni, sia quando esse operano in prima persona, sia quando collaborano con altri soggetti, come la Fondazione FS, Imprese Ferroviarie, Gestori di Infrastruttura, Regioni, Comuni e altri Enti locali.

Per supportare le associazioni, la FIFTM, nel corso degli anni, ha instaurato positivi rapporti di collaborazione con diversi rappresentanti del mondo politico e delle Istituzioni, in particolare con i Ministeri delle Infrastrutture e Trasporti, dei Beni Culturali e del Turismo, con ANSF e con ASSTRA (dove sono rappresentate le ferrovie ex concesse e in Gestione Commissariale Governativa).

Naturalmente un posto di particolare rilievo riguarda il rapporto e la collaborazione con Fondazione FS.

La FIFTM è stata anche parte di due gruppi di lavoro con l’Ente di Unificazione UNI, assieme al quale sono state elaborate due specifiche norme UNI: la 11180 del 2006 riguardante le ferrovie storico turistiche e la 11685 del 2017, riguardante i ferrocicli.

Inoltre, avendo collaborato attivamente nel processo di emanazione delle Legge 128/2017 sulle ferrovie turistiche, il ruolo della FIFTM è stato riconosciuto dal Legislatore col suo inserimento nella Legge stessa (all’art. 3), quale organismo con conoscenze e competenze in materia di treni e ferrovie storiche.

Un altro campo in cui la FIFTM sta operando attivamente è quello del rapporto con l’associazionismo che opera nei settori della mobilità dolce (è socio fondatore di A.Mo.Do.  Alleanza per la Mobilità Dolce), del turismo e dell’ambientalismo (Italia Nostra, Legambiente, Touring Club Italiano) e della cultura tecnica (A.S.I., Automotoclub Storico Italiano  e AIPAI – Associazione Italiana per il Patrimonio Archeologico Industriale).

Infine la FIFTM ricopre un ruolo di rilevo in Fedecrail, nel cui Direttivo essa è rappresentata dal vicepresidente Pierluigi Scoizzato, consapevoli della forza e dell’importanza di un organismo nel quel sono rappresentate ben 630 associazioni di tutta Europa e che occupa un posto di diritto nell’Agenzia Europea per la sicurezza Ferrovia E.R.A. a tutela degli “interessi” delle ferrovie storiche e turistiche.

Tutto questo col solo fine di sviluppare la cultura storico-ferroviaria italiana, soprattutto in relazione col cosiddetto “mondo esterno”, come la politica, la Pubblica Amministrazione, gli Enti Locali ecc.. che, con le loro azioni, possono dare il necessario sostegno a un’attività in forte sviluppo, tanto da portare l’Italia al pari degli altri paesi europei, dove essa è già una realtà consolidata da molti anni.



F.I.F.T.M.
Federazione Italiana delle Ferrovie Turistiche e Museali

 

La FIFTM – Federazione Italiana Ferrovie Turistiche e Museali – è attiva nel campo della cultura ferroviaria dal 1995 (anno in cui è stata costituita con atto notarile a Torino) e rappresenta attualmente 29 associazioni.
Lo spirito col quale la FIFTM è stata pensata, ricalca quello della Federazione Europea Fedecrail, fondata nel 1994 e, ancora prima, quello del grande associazionismo ferroviario del mondo anglo-sassone, attivo dalla metà degli anni ’50.
Infatti, quando le attività di cultura ferroviaria, restauro e gestione dei treni storici, recupero di linee dismesse ecc… si trasformano da episodiche a strutturali, per le associazioni diventa molto utile la creazione di una rappresentanza unitaria al fine di relazionarsi più efficacemente con tutte le realtà esterne che sono coinvolte in un progetto di esercizio ferroviario storico/turistico, quali Aziende e Imprese ferroviarie, organismi di normazione e regolamentazione, Enti locali territoriali, Uffici governativi e mondo politico.
Oltre a questo l’altra grande utilità del lavorare insieme è la possibilità di scambio di esperienze, di buone pratiche, di idee innovative, di competenze ecc…
Tutto ciò rappresenta un elemento indispensabile per la gestione delle varie attività di cui si occupano le associazioni, sia quando esse operano in prima persona, sia quando collaborano con altri soggetti, come la Fondazione FS, Imprese Ferroviarie, Gestori di Infrastruttura, Regioni, Comuni e altri Enti locali.
Per supportare le associazioni, la FIFTM, nel corso degli anni, ha instaurato positivi rapporti di collaborazione con diversi rappresentanti del mondo politico e delle Istituzioni, in particolare con i Ministeri delle Infrastrutture e Trasporti, dei Beni Culturali e del Turismo, con ANSF e con ASSTRA (dove sono rappresentate le ferrovie ex concesse e in Gestione Commissariale Governativa).
Naturalmente un posto di particolare rilievo riguarda il rapporto e la collaborazione con Fondazione FS.
La FIFTM è stata anche parte di due gruppi di lavoro con l’Ente di Unificazione UNI, assieme al quale sono state elaborate due specifiche norme UNI: la 11180 del 2006 riguardante le ferrovie storico turistiche e la 11685 del 2017, riguardante i ferrocicli.
Inoltre, avendo collaborato attivamente nel processo di emanazione delle Legge 128/2017 sulle ferrovie turistiche, il ruolo della FIFTM è stato riconosciuto dal Legislatore col suo inserimento nella Legge stessa (all’art. 3), quale organismo con conoscenze e competenze in materia di treni e ferrovie storiche.
Un altro campo in cui la FIFTM sta operando attivamente è quello del rapporto con l’associazionismo che opera nei settori della mobilità dolce (è socio fondatore di A.Mo.Do.  Alleanza per la Mobilità Dolce), del turismo e dell’ambientalismo (Italia Nostra, Legambiente, Touring Club Italiano) e della cultura tecnica (A.S.I., Automotoclub Storico Italiano  e AIPAI – Associazione Italiana per il Patrimonio Archeologico Industriale).
Infine la FIFTM ricopre un ruolo di rilevo in Fedecrail, nel cui Direttivo essa è rappresentata dal vicepresidente Pierluigi Scoizzato, consapevoli della forza e dell’importanza di un organismo nel quel sono rappresentate ben 630 associazioni di tutta Europa e che occupa un posto di diritto nell’Agenzia Europea per la sicurezza Ferrovia E.R.A. a tutela degli “interessi” delle ferrovie storiche e turistiche.
Tutto questo col solo fine di sviluppare la cultura storico-ferroviaria italiana, soprattutto in relazione col cosiddetto “mondo esterno”, come la politica, la Pubblica Amministrazione, gli Enti Locali ecc.. che, con le loro azioni, possono dare il necessario sostegno a un’attività in forte sviluppo, tanto da portare l’Italia al pari degli altri paesi europei, dove essa è già una realtà consolidata da molti anni.